MANIFESTAZIONE 10 MAGGIO

#DecidiamoNoi_social

Care e cari concittadini,

sabato 10 maggio nella nostra città sfileranno in corteo donne, uomini e bambini che non vogliono più vedere le strade invase da sacchi di immondizia. Soprattutto, non vogliono più morire di tumore perché l’acqua, l’aria e la terra della nostra regione sono avvelenate da rifiuti che finiscono in discarica o vengono dati alle fiamme. Sono gli stessi uomini e donne che ogni giorno compiono piccole e grandi azioni concrete per risolvere questo problema.

Da quasi due anni moltissime famiglie cosentine consegnano i propri rifiuti dopo averli differenziati. È questa l’unica vera soluzione, immediata, al problema dello smaltimento. Una famiglia che, senza raccolta differenziata, produce almeno un sacchetto di rifiuti al giorno, differenziandoli ne produce uno ogni otto giorni. La raccolta differenziata, che purtroppo nella nostra città è stata avviata in maniera tardiva e approssimativa, fa bene al cervello, alla salute e al portafogli. Al cervello, perché ci spinge a misurarci con la follia del nostro consumismo sfrenato. Alla salute, perché i rifiuti selezionati non rilasciano sostanze cancerogene nell’ambiente. Al portafogli, perché se effettuata correttamente e diffusamente, imporrebbe ai Comuni la riduzione della tassa sui rifiuti, e alle ditte che gestiscono il servizio della raccolta, l’assunzione di migliaia di nuovi addetti.

Eppure, nonostante lo sforzo compiuto da tante famiglie dotate di senso civico, continuiamo a pagare salatissime tasse per il servizio di raccolta della spazzatura, proprio mentre migliaia di tonnellate di plastica, vetro e cartone già selezionati, vengono rivenduti dalle ditte private che percepiscono anche fiumi di denaro pubblico dalle amministrazioni comunali. Non deve quindi destare sorpresa l’annuncio che, dalla prima metà di maggio, la Calabria rischia di sprofondare in una nuova drammatica emergenza rifiuti. È evidente infatti che qualcosa non funziona. La causa è da ricercare negli interessi sporchi dei padroni di intere montagne trasformate in discariche, e di società private che non hanno alcuna intenzione di collocarsi sul mercato, né di assumere nuovo personale per la raccolta, né di acquistare apparecchiature moderne. È il solito, vecchio, tragico, gioco perverso dell’emergenza permanente, che permette ad antichi e moderni predoni di lucrare sulle nostre disgrazie.

Per URLARE il nostro NO e agli interessi sporchi di chi approfitta dell’emergenza per accumulare denaro.

Per ribadire che la soluzione al problema dei rifiuti dipende da NOI e da nessun altro,

Cosenza e l’intera Calabria LIBERE dai rifiuti solidi, politici e dagli ecomafiosi travestiti da imprenditori.

SABATO 10 MAGGIO TUTTI A PIAZZA CAPPELLO.

Coordinamento #DecidiamoNoi

MAPPA #DECIDIAMONOI

MANIFESTAZIONE REGIONALE 10 MAGGIO 2014 COSENZA

E’ sempre un buon momento per far valere le ragioni collettive contro quelle di pochi speculatori. Dopo diciassette anni di emergenza e regimi commissariali, la problematica del ciclo dei rifiuti è così intimamente legata a questioni ambientali, economiche e sanitarie, che non c’è più bisogno di un momento significativo per rivendicare il diritto di poter vivere in un territorio salubre e gestito con criteri di trasparenza e partecipazione. La gestione in emergenza dei rifiuti ha avuto, come conseguenze, un indebitamento progressivo degli enti pubblici, l’inquinamento sistematico del territorio, spesso divenuto insalubre e inadatto alle attività umane e animali. Il consolidarsi ed il reiterarsi all’infinito di una situazione problematica alla quale non si trovano, e non si vogliono trovare, altre soluzioni che non siano l’apertura di nuove discariche, l’ampliamento di quelle esistenti (o non meglio identificati centri di stoccaggio), il conferimento all’estero e l’incenerimento, determinando costi sempre crescenti. Costi che diventano addirittura insostenibili in periodo di crisi di sistema come quella che stiamo vivendo, nella quale lo stesso processo di indebitamento delle pubbliche amministrazioni produce un costante inasprimento delle politiche di austerity. La gestione, palesemente clientelare del territorio, viene pagata cara anche in termini di agibilità democratica della popolazione che, sempre in ragione dell’emergenza, si vede volutamente privata della propria capacità di esercitare e far valere il diritto alla salute e all’abitare il proprio territorio. [continua]

AUTOBUS:
* da LAMEZIA TERME per info: 338.5037210; 328.3748354 (contributo € 5,00)
* da REGGIO CALABRIA info e prenotazioni contatta@csoacartella.org

DOCUMENTAZIONE: comunicato 23 aprileosservazioni alla IV commissione ambiente -

SOCIAL NETWORK: facebooktwitteryoutube - google+

MATERIALI: locandinatesto impaginatospot audio MP3 -

RASSEGNA STAMPA 16/04/2014: MmasciataCorriere della CalabriaIl VizzarroGazzetta del SudQuotidiano della CalabriaOra della Calabria

Manifestazione regionale 10 Maggio 2014 Cosenza

Questa petizione è chiusa

Data di scadenza: May 10, 2014

Firme raccolte: 21

21 signatures

COMITATO ORGANIZZATORE:
Comitato Difesa del Territorio – DONNICI, COSENZA (CS)
Comitato Ambientale Presilano – CELICO (CS)
Comitato per le bonifiche dei terreni, dei fiumi e dei mari della Calabria – PRAIA A MARE (CS)
Comitato No Discarica Pianopoli – SERRASTRETTA, PIANOPOLI, LAMEZIA TERME (CZ)
No discarica Giani – LAGO (CS)
Comitato civico spontaneo per il “NO” alla piattaforma rifiuti – BISIGNANO (CS)
Comitato Territoriale Valle Crati, Rifiuti Zero – TORANO CASTELLO (CS)
Comitato No Mega Discarica – CASTROLIBERO (CS)
Associazione no discariche nei centri urbani – RENDE (CS)
Comitato antidiscarica – SCALA COELI (CS)
Movimento Terra, Aria, Acqua e Libertà – CROTONE
Comitato per la Difesa dei Beni Comuni – ACRI (CS)
associazione Paolab – PAOLA (CS)
Badolato in Movimento – BADOLATO (CZ)
Solidarietà e Partecipazione – CASTROVILLARI (CS)
ass. il Riccio – CASTROVILLARI (CS)
ass. La Piazza CLETO (CS)
Csoa Angelina Cartella – REGGIO CALABRIA
Cpoa Rialzo – COSENZA
Lsa Assalto – RENDE (CS)
ass. Le Lampare – CARIATI (CS)
movimento Terra e POPOLO – ROSSANO (CS)
ass. Il Brigante – SERRA SAN BRUNO (VV)
LSOA Ex-Palestra – LAMEZIA TERME (CZ)
Scuola del Vento – CAMPO ROM COSENZA
ass. Forum Ambientalista – CALABRIA
Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” – CALABRIA
Rete per la Difesa del Territorio “Franco Nisticò” – CALABRIA
C.S.C. Nuvola Rossa – VILLA SAN GIOVANNI (RC)
Collettivo UniRC-AteneinRivolta – REGGIO CALABRIA
LIPU – Sede Provinciale Cs – COSENZA
Vas Onlus (Verdi Ambiente e Società) – CALABRIA
Ateneo Controverso – COSENZA

Ultime sottoscrizioni
21Francesco BenincasaBarcellona (Spagna)mag 09, 2014
20Costa Nostra Costa NostraCuringamag 09, 2014
19Giovanna VingelliRendemag 09, 2014
18Bruno PinoCosenzamag 08, 2014
17OSSERVATORIO NAZIONALE AMIANTOCosenzamag 07, 2014
16associazione di volontariato cotroneinformacotronei (KR)mag 07, 2014
15laboratorio politico p2 occupataUnical s.r.l (saperi a responsabilità limitata)mag 06, 2014
14Paolo De MarcoSan Giovanni in Fiore (cs)mag 06, 2014
13ANNA CHIEFFACAMPORA S.G.mag 06, 2014
12FIOM Calabriamag 06, 2014
11Rosario CitrinitiPentone (CZ)mag 05, 2014
10Amici della Montagna di Bisignano (Adm Calabria)Bisignanomag 03, 2014
9LIPU sezione di Rendemag 03, 2014
8Donatella Quattronemag 01, 2014
7maria grazia bisurgiRende (CS)apr 30, 2014
6Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica "B. Arcuri"apr 29, 2014
5CGIL AMANTEAapr 29, 2014
4maria luisa caligiuricrotoneapr 28, 2014
3antonio tallaricoSavelli apr 27, 2014
2Gemma PiccoliCastagna di Carlopoliapr 22, 2014
1giuseppe didonnacariatiapr 18, 2014

ADESIONI VIA MAIL:
ass. Fratorel – CORTALE (CZ), ass. Net-left – SAN DONATO DI NINEA (CS), Ass. Magnolia – REGGIO CALABRIA, Cambiamendicino – MENDICINO (CS), GAS Esperia – REGGIO CALABRIA, CittAperta, Cittadinanzattiva, Lega Navale Italiana VV., L’altra Vazzano, Slow Food, WWF, No Antenna, Ass. I.C.A.A. “Pino Gambardella, Ass. Conte d’Apice, Ass. Etica, Ass. Carmela Maria Mamone, PRC Calabria, SEL Calabria, Un’altra Europa per Tsipras, …

Share

One Response to MANIFESTAZIONE 10 MAGGIO

  1. Prc Calabria scrive:

    Il Partito della Rifondazione Comunista calabrese aderisce e partecipa attivamente alla manifestazione popolare “DecidiamoNoi” di Cosenza, che si terrà sabato 10 maggio (con ritrovo alle 16 in piazza Cappello), indetta dai meritori comitati territoriali per protestare contro la perversa e dannosa gestione dei rifiuti nella nostra regione.
    Tra gli altri, alla manifestazione saranno presenti, con una apposita rappresentanza, esponenti e sostenitori regionali de “L’Altra Europa con Tsipras”, lista che ha tra le sue posizioni preminenti proprio le politiche virtuose di gestione dei servizi direttamente connessi con la tutela e la valorizzazione de Beni Comuni.
    Il Prc della Calabria ritiene che l’attuale mal gestione dei rifiuti, asservita agli interessi di alcuni prenditori privati e responsabile della devastazioni dei nostri territori, del nostro ambiente e delle nostre vite, debba essere spazzata via da una gestione pubblica e partecipata di tutti i servizi pubblici locali (comprese le risorse idriche!), che sia finalizzata a salvaguardare innanzitutto gli interessi delle nostre comunità.
    E’ importante la riuscita della manifestazione di Cosenza: una manifestazione che deve essere partecipata e vissuta come propria soprattutto dai cittadini che quotidianamente subiscono sulla loro pelle le conseguenza degli intrecci perversi che si verificano nel ciclo dei rifiuti tra malapolitica, affaristi e speculatori.

    Il segretario regionale del Prc della Calabria
    Pino Scarpelli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>